Sistema Bibliotecario

di Fossano , Saluzzo e Savigliano

Un progetto promosso dalla Biblioteca Civica di Fossano e alla S.C. di Neuropsichiatria Infantile dell’ASLCN1



Il Progetto "La biblioteca di tutti", promosso dalla Biblioteca Comunale di Fossano e dalla S.C. di Neuropsichiatria Infantile dell’ASLCN1 e avviato nel 2007-08, intende offrire delle opportunità di lettura ai bambini disabili che, proprio per le loro difficoltà (motorie, linguistiche, attentive, cognitive, ecc.), rischiano di non poter attingere in modo positivo all’esigenza della lettura se non si mettono in campo alcune attenzioni e modifiche. 
Il progetto nasce con l’idea di trasformare le barriere ambientali (sia fisiche, sia mentali) in facilitatori.

Per i bambini con difficoltà motorie o di comunicazione la possibilità di sperimentare e condividere l’esperienza della lettura (di accedere al libro, di sceglierlo, prenderlo e sfogliarlo) autonomamente è spesso limitata, così come nel caso di bambini molto piccoli o disabili o che vivono situazioni speciali (traumi, lutti, malattie proprie o di familiari, eventi significativi, ecc.). 
Per ampliare le possibilità di inclusione è necessario favorire l’interazione tra fattori individuali e fattori contestuali/ambientali facendo in modo, tra l'altro, che i bambini disabili e i loro care-givers (famiglia, insegnanti, educatori) possano trovare libri per loro nel luogo in cui tutti i bambini e le famiglie vanno a cercare i libri da leggere: la biblioteca.
Non si vuole infatti tenere i “libri speciali” in un posto speciale (come le strutture o i servizi socio-sanitari per disabili) o addirittura non tenerli affatto: si vuole invece creare un intreccio tra il ruolo del servizio specialistico (es. Neuropsichiatria Infantile oppure Centro Riabilitazione Visiva, ecc.) e quello della comunità.
In realtà, uno degli aspetti più interessanti è quello rappresentato dall’impatto che può avere per la “cultura” di chi frequenta la biblioteca “vedere” un luogo dove ci sono libri “per disabili” e libri per disabili assai particolari.
In questo modo si possono modificare le “credenze” collettive che tendono a non riconoscere l’esistenza di un pensiero e di una mente in chi non può usare la voce o in chi non sa “leggere e scrivere con le lettere” spingendo quindi nella direzione dell’esclusione anziché in quella della vera integrazione e interculturalità.
L'attività rientra anche nel progetto Nati per Leggere Piemonte e conferma il principio che tutti i bambini sono nati per leggere, anche quelli con disabilità. 
Nati per leggere Piemonte è sostenuto dal contributo della Compagnia di San Paolo che ha consentito l’acquisto dei software per la realizzazione dei libri modificati e di libri cartonati che sono stati “adattati” per favorire l’utilizzo autonomo dei volumi da parte dei bambini molto piccoli e di quelli con disabilità.
Nel 2012, grazie al contributo della Compagnia di San Paolo, è stato acquistato un tavolo ergonomico a completamento dei facilitatori presenti nella sala ragazzi. 
La Biblioteca di tutti diventa veramente tale grazie all'intervento di più attori (ASL CN1, Comune di Fossano, Biblioteche del Sistema, Compagnia di San Paolo) che insieme contribuiscono al raggiungimento di importanti obiettivi.
 

Attività e iniziative


Libri modificati
La biblioteca mette a disposizione, presso la propria sede, i libri modificati dalle Biblioteche di Fossano, Savigliano, Saluzzo e Cavallermaggiore che vengono condivisi e resi disponibili per il prestito.
Spazio aperto alla CAA
Nel 2008-2009 è stato strutturato uno “spazio aperto alla CAA (comunicazione aumentativa alternativa)” , tuttora attivo, in cui un operatore della S.C. della NPI dell’ASLCN1 fornisce consulenza a genitori, insegnanti, educatori, rispetto alla programmazione e preparazione di materiale inerente la lettura e la comunicazione (con la CAA). Tale spazio è stato aperto presso la sala ragazzi della biblioteca di Fossano un pomeriggio al mese da ottobre a maggio. 
Mostre e convegni
Nel 2009 è stato realizzato un percorso di informazione/formazione con il convegno "Leggere" con bambini molto speciali, un ciclo di incontri formativi sulla lettura e la narrazione nel bambino con bisogni speciali e sull’utilizzo della CAA; la proposta è stata ripetuta nel  2011, 2012, 2013.
Nel mese di dicembre 2010 si è sperimentato il progetto “la CAA nel castello delle fiabe”, ovvero la traduzione in simboli del testo della celebre fiaba “Biancaneve e i 7 nani”, affiancata al testo classico in un percorso espositivo allestito nel castello di Fossano. Luoghi e personaggi hanno preso vita, tra illustrazioni e scenografia, immergendo i visitatori negli ambienti evocati dalla fiaba. L’iniziativa è stata presentata alla 4° Conferenza Nazionale sulla CAA, tenutasi a Napoli nel mese di maggio 2011, con un poster dal titolo “ LA CAA NEL CASTELLO DELLE FIABE” . A tale Conferenza Nazionale sulla CAA è stato presentato un secondo poster informativo dal titolo “LARGO A TUTTI”, illustrante tutte le iniziative, a vari livelli, realizzate negli anni presso la biblioteca di Fossano, in collaborazione con la S.C. di NPI dell’ASLCN1, sede di Fossano.
Da allora tutte le attività espositive proposte dalla biblioteca dedicano spazio alla traduzione dei testi in simboli dalla mostra dedicata ad Aladino, al "Paese che sono io" per arrivare a "Le filastrocche dei colori" presentata a Fossano dal 13 al 29 ottobre 2016.
Turismo accessibile
La realizzazione di una piccola guida al Castello degli Acaia di Fossano ha favorito la crescita dell'interesse sul progetto e ha stimolato la realizzazione di altri libri sul territorio (Guida al Centro Storico di Fossano, "Da Cartagine a Fossano - vita illustrata di San Giovenale", "La Cattedrale di S. Maria e San Giovenale", "Il sentiero del pescatore e altre passeggiate nel verde" e nell'estate 2016 "Guida alla biblioteca") dando così vita ad una piccola collana dedicata alla storia locale e al turismo accessibile.
Nel 2012 si è usciti dalle mura del Castello per presentare alla Città la CAA, ovvero i materiali realizzati con i simboli e per far conoscere le potenzialità del linguaggio simbolico. Per tre anni è stata realizzata la manifestazione  La CAA va in città  con esposizione di libri per tutti nel Castello, incontri di lettura in LIS e con i simboli, spettacoli e visite guidate alla Città con i libri in simboli. Nel 2014, in occasione dell'ultima giornata di turismo accessibile per bambini, i negozi del centro storico hanno esposto un cartello in simboli con la spiegazione dell'attività del negozio stesso provocando curiosità e favorendo la conoscenza delle attività della biblioteca per i bambini e in particolare per quelli con difficoltà.
Queste ed altre iniziative sono state presentate con un poster illustrativo nel corso della Conferenza nazionale sulla CAA svoltasi a Roma nel maggio 2015
 Programma Spazio CAA 2018-2019

Notizie e curiosità

Tieniti aggiornato sulle nostre iniziative e sulle ultime novità

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.